sabato 18 gennaio 2014

Nebraska

alcuni motivi per andare a vedere il film Nebraska di A.Payne:
per la sua splendida fotografia in bianco e nero;
perchè è una fotografia dell'America (USA);
perchè Woody (uno dei protagonisti) è un archetipo e un paradigma degli stati di mezzo, dell'immenso continente USA;

perchè ci mostra gli statunitensi così come sono e non attraverso la "macchina dei sogni" hollywoodiana;
per gli attori bravissimi e così lontani da quelli dello star-system;
perchè ci ricorda di "non credere a quello che ci dicono";
perchè ci mostra, senza giudicarle, le disastrose relazioni umane tra gli elettori del presidente più influente del mondo;
per la bellezza della regia;
per la sua cruda attualità che lo rende politico;
per la "pietas" del figlio David verso il padre;
e per molti altri motivi...

14 commenti:

  1. Grazie della segnalazione Berica. Amo il bianco e nero. Sarà che ho un tale bisogno di semplificazione, che già partire dalla percezione di due soli colori mi aiuta. Eppoi sono i colori della memoria...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto che fosse in bianco e nero è stato il motivo che mi ha spinto al cinema ieri sera.

      Elimina
  2. Poche righe ma super-convincenti: è nella lista!

    RispondiElimina
  3. Segnato! Appena passa la bronchitaccia mi fiondo al cinema. Grazie Berica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguri emollienti e curativi per la guarigione.

      Elimina
  4. Era già in programma, e però grazie per la conferma. Ciao.

    RispondiElimina
  5. L'ho visto pure io e confermo le cose buone che hai detto. Credo ne farò un post pure io, ho già in mente titolo e quello che scriverò, devo solo trovare un attimo di concentrazione ;)

    RispondiElimina
  6. Già dalle prime parole che hai scritto, mi è venuta voglia di vederlo. Lo faccio.

    RispondiElimina
  7. seguirò il tuo prezioso suggerimento!!!

    RispondiElimina
  8. grazie per la segnalazione, credo che questi tipi di film siano delle testimonianze davvero importanti che però spesso non trovano spettatori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stimolano il ragionamento, quindi possono risultare non graditi a chi non è abituato al pensiero critico. La fabbrica dei sogni, fonda il suo successo e il suo appeal, proprio su questo.

      Elimina
  9. m'interessa questo film, penso che andrò a vederlo anch'io.Un saluto da pia

    RispondiElimina