mercoledì 7 gennaio 2015

una matita per Charlie Hebdo


Michele Serra: "Non è un problema di satira, ma di libertà L'attentato alla redazione del settimanale satirico francese Charlie Hebdo "era nell'aria". Perché "è in corso la terza guerra mondiale" ed "è ora che il mondo islamico risponda ai compagni che sbagliano, come fece la sinistra con le Brigate Rosse"

Alcune considerazioni sulla Religione e sulla Ragione

8 commenti:

  1. Gravissimo episodio che si può ancora estendere in tutte le parti del mondo, contro la libertà, le opinioni, le idee, l'uomo, come essere pensante stesso..
    Mala tempora, purtroppo, per tantissime cose mia cara...
    Ma cerchiamo di augurarci il meno peggio...
    Per te via il colpo della strega e siamo tonici e saltellanti..
    TI STRINGO FORTE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricambio l'abbraccio, è l'unico farmaco che funziona davvero.

      Elimina
  2. Ci sono rimasto di merde ... non mi vengono altre parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me viene: vigliacchi. Facile prendersela con persone inermi.

      Elimina
  3. No, infatti, mi sembra pazzesco..

    RispondiElimina
  4. Ci vuole assolutamente una risposta forte. Il paragone con le Brigate Rosse è calzante.

    RispondiElimina
  5. Cara Berica, come ho scritto anche allo zione sono rimasto inorridito da quello che è successo a Parigi, ma anche da quello che dopo questa assurda morte è riuscita a scatenare all'interno del fascistume mentale italico. Io penso anche ai curdi massacrati ogni giorno, ai palestinesi o alle donne lapidate dai talebani. Come sempre i media decidono loro che cosa è meglio dire e cosa tacere. Un abbraccio

    RispondiElimina