giovedì 13 febbraio 2014

Freak

I suoi aforismi sono diventati classici intramontabili.
Le citazioni preferite:


Si dice che una volta toccato il fondo non puoi che risalire. 
A me capita di cominciare a scavare

15 commenti:

  1. Da inserire al più presto come libro di testo oblligatorio nelle scuole italiane

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella la tua proposta; favorirebbe lo sviluppo del pensiero critico di cui abbiamo tanto bisogno!

      Elimina
  2. Un testo di filosofia, insomma. Che peccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci rimane il suo pensiero filosofico

      Elimina
  3. Un grande, senza enfasi, era così. Un GRANDE!

    RispondiElimina
  4. oggi ancora di più il titolo della sua raccolta ha un valore incredibile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo aveva profetizzato già alla fine degli anni ottanta.

      Elimina
  5. Un grande, peccato che lo si dica sempre troppo tardi!!!!!:::)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arriviamo in ritardo anche se avvisati in tempo.

      Elimina
  6. ogni tanto facevo sentire le sue canzoni quando spiegavo il 77, radio Alice, oggi mi rendo conto che era anche oltre quella stagione!!

    RispondiElimina
  7. Freak aveva capito tutto. E lo raccontava pure egregiamente!

    RispondiElimina
  8. Un ebreo negro comunista,
    come lui,
    avrebbe anche potuto farcela,
    se solo,
    non fosse nato nel Bronx.
    Ma come si fa ?
    Non si può mica scegliere,
    Era un ebreo negro comunista,
    omosessuale, tossicomane,
    forse anche un po' terrone,
    nel Bronx,
    e ancora gli puzzavano le ascelle,
    (giovani ascelle di negro)
    sicché in molti gli dicevano:
    Fatti in là -- ragazzo -- che puzzi forte!

    RispondiElimina
  9. In italia ad essere intelligenti ci sarà ancora meno gusto :(

    RispondiElimina