mercoledì 5 maggio 2021

Restaurazione

 Charge of the French Cuirassiers at Waterloo.jpg

 La carica dei corazzieri francesi durante la battaglia di Waterloo

Il 5 maggio 1821 muore Napoleone Bonaparte. 
Con la sconfitta di Waterloo, le monarchie europee si riunirono nel congresso di Vienna che restaurò la monarchia francese e iniziò il periodo della Restaurazione.
Dopo la Rivoluzione Francese del 1789 e il dominio di Napoleone, gli orologi della storia della Francia furono riportati indietro.
 
Con l'abolizione dell'articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori e con la continua violazione della Legge 20 giugno 1952 n. 645 Art. 4 Apologia del fascismo, solo per fare due esempi, anche l'orologio della storia italiana rischia di essere riportato indietro.

13 commenti:

  1. Purtroppo l'orologio della storia è un orologio che si inceppa spesso. Speriamo che riparta come è ripartito dopo il congresso di vienna anche se a fatica

    RispondiElimina
  2. Siamo in un lungo periodo di restaurazione... quindi, volendo vedere il bicchiere mezzo pieno, potremmi vedere anche una Rivoluzione... però ci dovremmo svegliare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai centrato il messaggio del post. Grazie

      Elimina
  3. Concordo. A forza di inseguire il liberismo a tutti i costi i ricchi sono ancora più ricchi e i poveri sempre più poveri.

    Tuttavia, non voglio passare per un inguaribile ottimista, quello stesso sistema si autodistrugge da solo (Marx sosteneva un'idea simile) e vedo che ci sono alcuni stati (non solo in Europa) che contrastano questo ideale distorto. Sono i paesi reazionari quelli più impegnati. L'Italia del governo Renzi ha seguito a ruota ma poi per fortuna se ne è andato.

    C'è da ricostruire e anche l'Europa si è resa conto della situazione con il Recovery, che è il primo passo, ma ci vuole anche altro. Riconvertire è anche cambiare sistema industriale altrimenti non serve.

    Hai fatto bene a portare come esempio Waterloo.
    Un salutone e alla prossima

    RispondiElimina
  4. ... il sistema si autodistrugge da solo (Marx sosteneva un'idea simile)
    ma nel frattempo distrugge tutto il resto.
    Grazie per essere passato di qui, un caro saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io direi che dalle ceneri rinasce una società. Forse Marx intendeva anche questo aspetto. E poi non è detto che distruggano veramente tutto. Ci sono pur sempre persone che conoscono la legge e sono in grado di opporsi...e meno male. Questa è la differenza con la Restaurazione o la dittatura, perché in questi casi storici si tappano le bocche della gente.
      Un salutone

      Elimina
  5. Il conservatorismo va arginato sempre. Sull'art.18 sembrava si dovesse lottare e invece si è ceduto. I lavoratori dovevano essere portati in piazza un giorno sì e l'altro pure. La disapplicazione delle norme sul reato di ricostituzione del disciolto partito fascista è una vergogna che si protrae nel tempo.

    RispondiElimina
  6. Concordo pienamente. Grazie per essere passato di qui.

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Orologio della Storia riportato indietro oppure come scrivi nel titolo del tuo post, restaurato e nuovamente riproposto in chiave moderna ai giorni nostri. Tanti segnali anche già in tempi precedenti all'ondata di covid19 erano piuttosto consistenti ed allarmanti per quel che concerne non solo il lavoro ma tutta la nostra vita. Ora con questo covid19 si sta dando un'altra pericolosa spallata a tante libertà personali e non tutti se ne stanno rendendo conto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, la consapevolezza tarda ad arrivare. Grazie per la tua visita

      Elimina